Tenta di stuprare l’autista donna sul bus: bimba di 10 anni chiama la polizia


Tentata violenza sessuale su un autobus sventata da un anziano e da una bambina, che ha dato l’allarme alla polizia e permesso così agli agenti di rintracciare e arrestare l’aggressore. È successo a Vicenza. Si tratta di un 31enne di origini nigeriane, tale Isaiah Ogboe, immigrato irregolare in Italia. Vittima dell’aggressione è un’autista dipendente della Svt di 35 anni che stava per mettersi alla guida del bus dopo una breve sosta, quando è stata avvicinata dallo straniero, che ha cercato di stuprarla mettendosi a cavalcioni su di lei e provando anche a sfilarle i pantaloni.

La donna ha quindi iniziato a gridare e le sue urla hanno attirato l’attenzione di un passante. Quest’ultimo, 72 anni, ha coraggiosamente affrontato il nigeriano mettendolo in fuga e riuscendo anche a fotografarlo con lo smartphone e reso così più facile il suo riconoscimento. (Continua dopo la foto)








Mentre fuggiva, il 31enne ha travolto una donna anziana che camminava con la sua nipotina di 10 anni, e questa, dopo aver preso il cellulare della sua nonna, ha subito chiamato il 113 e a lanciato l’allarme. A quel punto sono intervenute le forze dell’ordine, che nel giro di pochi minuti hanno rintracciato il delinquente, mettendogli le manette ai polsi. (Continua dopo la foto)






Per bloccare lo straniero i poliziotti hanno usato lo spray urticante. Si è poi scoperto che alcuni giorni fa il 31enne aveva già aggredito due agenti della Polfer, che l’avevano trovato su un treno senza biglietto. Ora è in carcere e dovrà rispondere di violenza sessuale aggravata, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire generalità e interruzione di pubblico servizio. L’autista e l’anziana sono state invece trasportate al pronto soccorso. (Continua dopo la foto)



 


“Quanto accaduto non è tollerabile”, ha commentato il sindaco di Vicenza, Francesco Rucco, che ha inoltre sottolineato “l’encomiabile spirito civico dell’anziano che ha messo in fuga l’aggressore prima che portasse a termine la violenza fisica e la prontezza della nipotina dell’anziana che ha chiesto aiuto al 113, subito intervenuto”.

Bimba di 7 anni violentata con un tubo di metallo: è gravissima

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it

Keeping sharing simple...