Sparisce dalla festa in piazza: bimba di 6 anni stuprata, uccisa e fatta a pezzi da un adolescente


Un giorno speciale, un giorno di festa e la piccola bimba di appena 6 anni non avrebbe mai potuto immaginare che per lei sarebbe stato l’ultimo atroce giorno di orrore. Era uscita di casa per partecipare ai festeggiamenti di piazza nel suo paese ma la piccola non ha più fatto ritorno fra le braccia dei suoi cari: è stata rapita, stuprata e infine uccisa da una ragazzino appena adolescente.

I familiari avendola persa di vista nella folla, si erano immediatamente allertati Lanciando una ricerca che aveva coinvolto l’intero paese. Ma nonostante gli sforzi delle di amici e parenti, tutti gli sforzi si erano dimostrato vani. (Continua dopo la foto)







Così i genitori si sono arresi ed hanno sporto denuncia alla polizia. Purtroppo le ricerche delle forze dell’ordina hanno dato un risultato, tragico è straziante: il cornicino martoriato della bimba è stato ritrovato attraverso indagini più approfondite. Risalire al colpevole è stato relativamente facile, dal momento che non si trattava di un adulto, ma di un adolescente che qualcuno aveva visto con la bimba poco prima della sua sparizione. (Continua dopo la foto) 




Si tratta di una nuova storia di violenze su donne e bambine che coinvolge l’India, dove questo fenomeno è ormai una piaga sociale: la vittima è stata trovata in un campo abbandonato villaggio di Turkapally, nel’hinterland di Hyderabad, il capoluogo dello stato meridionale di Telangana. (Continua dopo la foto)


L’adolescente mostro si è giustificato sostenendo di essere sotto effetto di alcol. Dopo aver circuito la bimba l’avrebbe  rapita portandola lontano dalla folla,  poi l’avrebbe violentata e infine uccisa a colpi di arma da fuoco prima di accanirsi sul cadavere. I resti mutilato sono stati ritrovati dalla polizia locale nascosto nei cespugli. Il ragazzo è ora in carcere e sarà condannato ad una pena esemplare.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it

Keeping sharing simple...