“Il cancro, ecco come sono guarito. Ma niente chemioterapia…”. “Ero pronto a dire addio a tutti”. Ma quello che gli è capitato adesso ha sconvolto i fan…


 

Un brutto cancro ai polmoni, questa la diagnosi che gli era stata fatta un anno fa e che lo aveva buttato in uno stato di prostrazione. Saputa la notizia si era quasi arreso, era già pronto a dire addio a tutti i suoi cari e ai milioni di fan che nella sua lunga carriera lo hanno sempre sostenuto. Ma comunque era deciso a combattere questa pesante battaglia. Il chitarrista dei Rolling Stones Ronnie Wood ha appena comunicato di essere salvo, di aver sconfitto il male. La dichiarazione è stata rilasciata al quotidiano britannico Metro. Il musicista, al momento della prima intervista, aveva raccontato di aver scoperto il tumore dopo aver fatto dei controlli di routine e che c’era stata “una settimana in cui tutto era appeso a un filo e in cui sarebbe potuto calare il sipario, avendo solo il tempo di dire arrivederci a tutti (..) ero pronto a dire addio alla mia famiglia”, come aveva spiegato al Daily Mail, ma le cose erano andate diversamente, l’operazione era riuscita, ma avrebbe dovuto sottoporsi a controlli periodici per un po’. (continua dopo la foto) 








Ma Wood aveva le idee chiare: dopo l’operazione niente chemioterapia, non voleva, disse, usare quella “baionetta contro il mio corpo. Non avevo paura che non funzionasse, ma non volevo perdere i miei capelli. Questi capelli non sarebbero andati da nessuna parte, mai”. Oggi il chitarrista, 68enne, noto per i suoi eccessi passati e anche per i figli avuti due anni fa, ha spiegato che dopo tre mesi di controlli i dottori gli hanno detto che era ok e di tornare a godersi la vita: “Non volevo perdere i miei capelli, se il tuo corpo è distrutto dal cancro è una battaglia persa. Fortunatamente, il mio cancro era limitato al polmone sinistro e sono stato abbastanza fortunato da essermene sbarazzato, bang. Non ce n’è più traccia nel resto del mio corpo e per questo motivo non c’è neanche bisogno di sottopormi alla chemio”. (continua dopo le foto)








 


Non si pente di nulla Wood, neanche dei 50 anni di fumo, ma si dice fortunato che non fossero stati colpiti entrambi i polmoni: “Mi meraviglia che non siano esplosi entrambi”. Al giornalista che gli chiedeva, poi, se avesse un consiglio da dare a chi è colpito da un tumore, Wood ha risposto: “Semplicemente di essere forti e continuare a pensare positivo. Mi ero preparato a restare positivo fino al mio ultimo respiro, ho avuto una vita incredibile ed ero pronto a lasciare tutto. Ma non immaginavo che mi sarebbe stato dato un biglietto per sopravvivere così a lungo, che sollievo!”, spiegando che oggi, l’unico vizio è quello di alzarsi dal letto la mattina.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it

Keeping sharing simple...