Estate 2019, giugno e luglio terribili: temperature fino a 43°


Estate 2019. Sempre più interessanti gli aggiornamenti modellistici relativi alla stagione estiva 2019 che stiamo per vivere. Secondo la tendenza espressa dal modello inglese ci apprestiamo a vivere due mesi di caldo record su tutta l’Italia caratterizzato da valori tipici dei paesi africani. Ma non solo caldo. La caratteristica fondamentale che emerge riguarda un’anomalia positiva di pressione che potrebbe interessare l’Europa centro-settentrionale. Questo significherebbe campi di alta pressione spesso sbilanciati verso le alte latitudini.

Al contrario sul Mediterraneo, specie quello centro-meridionale, potremmo avere delle anomalie negative di pressione. In questo caso l’evoluzione meteo per il mese di giugno 2019 potrebbe vedere temperature poco sopra le medie in Italia e più segnatamente sulle regioni settentrionali. Precipitazioni sopra la norma sull’Europa meridionale, sul Mediterraneo e sui Balcani. Piogge inferiori alla norma invece sull’Europa nord-orientale. Continua dopo la foto







In particolar modo la calura estiva inizierà a far sul serio dalla prima decade di Luglio quando dall’Africa arriveranno masse d’aria roventi che determineranno ondate di caldo a ripetizione, senza sosta, su gran parte dell’Italia. Le regioni in cui si soffrirà di più saranno quelle del Sud seppur anche al Centro-Nord ci saranno giorni “difficili” dal punto di vista termico. Continua dopo la foto




Il picco massimo dell’Estate 2019 si raggiungerà tra il 15 e il 30 luglio. In questo arco temporale le temperature si spingeranno fino a 42°C-43°C tra palermitano, catanese e foggiano. Al Centro-Nord fino a 40°C sulle zone interne toscane e della Pianura Padana (ferrarese e bolognese). Dopo questo “inferno di caldo”, ad Agosto qualcosa inizierà a cambiare. Continua dopo la foto


 


Prevediamo che, tra la prima decade e la terza di Agosto giungeranno correnti più fresche ed instabili sia di origine atlantica che nord-orientale. Il transito dell’aria più fresca su quella più calda presente al suolo darà vita ad un’esplosione di fenomeni violenti come ad esempio potenti grandinate, temporali, trombe d’aria e in alcuni casi anche tornado (pianure del Nord e del Sud). Il tutto sarà seguito da un fisiologico calo delle temperature che rimarranno comunque su valori estivi. L’estate tornerà a rialzare la testa a Settembre seppur la stagione sarà invecchiata e sulla via del tramonto.

Ti potrebbe anche interessare: Cade dal motorino e ha un’erezione fissa per 9 giorni. Poi non ce l’ha fatta più

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it

Keeping sharing simple...