Vuole andare a Roma per il Papa, il navigatore sbaglia di 1.500 km: finisce a Rom


Da Roma a Rom. Quando una vocale fa la differenza. Così è capitato a un uomo di 81 anni che vive in Inghilterra, deciso a soddisfare il suo desiderio di vedere il papa in Vaticano. Così ha inserito la destinazione sul navigatore ed è partito: peccato per lui che sia finito in un paesino della Germania nord-occidentale. L’equivoco è nato dal nome della città: l’anziano ha cercato “Rom” anziché “Rome” sul navigatore, ed è stato guidato proprio a Rom, una comunità rurale tedesca a una cinquantina di chilometri da Colonia.

Il pensionato, di origini italiane e che vive a Newcastle, a bordo della sua Jaguar ha deviato di 1500 km circa dal percorso che doveva fare: quando è arrivato a destinazione nel posto sbagliato, e il navigatore gli ha comunicato l’avvenuto arrivo, è sceso dall’auto confuso e spaesato. Non è la prima volta che una navigatore gioca brutti tiri. Qualche anno fa una famiglia bolognese era finita in un dirupo a Frisa. Girando in auto per le stradine di Frisa, in provincia di Chieti, si erano affidati al navigatore, che li ha condotti dritto dritto nel fiume, nell’impervia località Vallone. Continua dopo la foto








Un errore del Gps (come avvenne qualche mese fa a Bologna, ndr) che stava per concludersi in tragedia, se non fosse stato per il tempestivo intervento dei vigili del fuoco, che hanno tratto in salvo tutti i passeggeri. A bordo dell’Audi c’erano quattro persone: una donna incinta al settimo mese, il marito, il loro figlioletto di 2 anni e la nonna 84enne. L’auto, sotto la pioggia battente, era diretta al casello autostradale A-14 quando il tom tom l’ha dirottati in un dirupo, lungo il letto del fiume. Continua dopo la foto






Sono stati attimi di terrore. La donna incinta e il figlio hanno accusato malessere, mentre il capofamiglia, di 31 anni, allertava il 113 senza riuscire a fornire le coordinate del posto in cui si erano bloccati. Sul posto, dopo l’allarme sono giunte 3 pattuglie della polizia stradale di Chieti e Lanciano, carabinieri, vigili del fuoco. Dopo una estenuante ricerca, i soccorritori hanno raggiunto, seppure con difficoltà la famiglia emiliana. Infreddoliti e spaventati, tutti i suoi componenti sono stati tratti in salvo e rifocillati presso il comando dei Vigili del fuoco di Lanciano. Continua dopo la foto



 


Per la statistica, quello della famiglia bolognese era il decimo caso di errore degli apparecchi satellitari in zona e che si verifica proprio nella zona di Castel Frentano-direzione A/14, con le coordinate digitate che fanno percorrere strade interne della campagna di Frisa che diventano sempre più sterrate in campagna e si interrompono in aree boschive ed impervie.

Ti potrebbe anche interessare: “Lo sai cosa sei?”. Vladimir Luxuria lascia il GF, arriva la lettera della mamma

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it

Keeping sharing simple...