“Hai un’atrite”. Ma lei, a 17 anni aveva un tumore in fase terminale. E muore


Alix Cassidy è deceduta ieri mattina, appena poche settimane dopo che i medici le avevano diagnosticato un tumore incurabile alla colonna vertebrale. Come riporta il Mirror, la famiglia ha condiviso le notizie sulla giovane ragazza su GoFundMe, una pagina di raccolta fondi che sostiene il trattamento anti-tumorale con le cellule staminali (nella speranza di poter aiutare l’adolescente).

La famiglia ha raccolto 17.186 £, che saranno utilizzati per il funerale di Alix, ed il resto devoluti in beneficienza. La famiglia ha poi dichiarato online: “Vorremmo ringraziare tutti per le loro incredibili donazioni e messaggi. Purtroppo la nostra guerriera ci ha lasciato ieri mattina, ora riposa in pace”.








“Capiremo se qualcuno volesse riavere le proprie donazioni. Ma la nostra idea per utilizzare il denaro raccolto è di dare alla nostra bambina l’ultimo saluto che merita, il resto sarà devoluto totalmente in beneficenza. La madre di Alix, Caron Cassidy, lasciò il lavoro per prendersi cura della figlia, giurando di fare tutto il possibile per lei. La stessa rivelò che l’adolescente scoppiò in lacrime alla notizia che per il male che l’aveva colpita non c’era alcuna cura disponibile ed in seguito al decesso della figlia, decise di avviare una causa legale contro l’ospedale che non ha diagnosticato in tempo il tumore di Alix.






Famiglia affranta e amici hanno reso omaggio alla ragazza, descrivendola come un “angelo bellissimo”. La cugina Michaela Cassidy ha dichiarato: “Mai in un milione di anni avrei pensato di dover scrivere questo. Hai combattuto così duramente e siamo tutti così orgogliosi. Riposa in pace Alix.”

Ai sopracitati ultimi saluti, si sono aggiunti una miriade di amici e parenti, ma anche semplici sconosciuti venuti a conoscenza della triste vicenda:

“Non avrei mai pensato di scrivere questo, ma RIP Alix Cassidy.”

“Hai toccato i cuori della nazione. RIP: il paradiso ha conquistato un bellissimo Angelo.”

“Non riesco ancora a crederci. Straziante che la vita di una così bella ragazza sia stata portata via così presto.  I medici che non fanno il loro lavoro correttamente.”

“Sei stata una piccola combattente Alix, riposa in pace.”

Alix  si fece visitare per la prima volta ad ottobre 2018, dopo aver notato un intorpidimento alle dita. Fu mandata a casa con antidolorifici. La madre ha dichiarato di aver trovato medici davvero sprezzanti quando ha portato di nuovo la figlia per un secondo controllo a Natale. Questi avrebbero insistito per aspettare la fine delle feste e visitare nuovamente Alix con un appuntamento programmato.



Il problema di Alix era così grave da impedirle di aprire i regali di Natale. Così la famiglia ha deciso di consultare una clinica privata per ottenere una seconda opinione. La madre ricorda un semplice test dei riflessi della durata di 10 minuti a Nuffield House: è bastato questo ad un neurologo per confermare che Alix non aveva l’artrite – fu così ricoverata in ospedale per una scansione MRI urgente. Tre ore dopo la sua scansione, i medici del Queen Elizabeth University Hospital hanno riferito all’adolescente di aver trovato un tumore al midollo spinale. La ragazza ha dovuto sopportare un’operazione di cinque per ottenere una biopsia del tessuto attorno alla sua spina dorsale.

Il 25 aprile Alix ha fatto un’altra biopsia e il chirurgo ha confermato di avere diagnosticato un tumore canceroso al midollo spinale. Il giorno dopo l’adolescente è stata informata del fatto che la malattia era in uno stato avanzato, incurabile. Riposa in pace Alix!

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it

Keeping sharing simple...