“Addio! Guardami da lassù”. Lutto per Antonella Clerici. Le lacrime della regina della televisione italiana. “Una perdita enorme”


Antonella Clerici, regina della televisione italiana per tutte le fasce di età. È sul piccolo schermo ‘da una vita’ ed è facile che, nella sua lunga carriera, abbia incontrato chiunque e lavorato con le massime personalità del mondo dello spettacolo. Del resto, dicono, andare d’accordo con lei non è difficile. Certo, sul lavoro pretende, ma è accogliente, predisposta al contatto umano semplice. E anche lei, quindi, piange una morte ‘eccellente’ come si dice in certi ambienti. È scomparso, a 71 anni, il produttore Bibi Ballandi. Personaggio poliedrico, amato e stimato, era malato da tempo. A darne l’annuncio è stata la famiglia. Ballandi era nato a Bologna il 26 giugno 1946. Negli anni Sessanta e Settanta lavorò come produttore e manager per alcuni dei più importanti cantanti italiani, da Al Bano a Orietta Berti a Mina, e organizzò il tour di Lucio Dalla con Francesco De Gregori e il primo di Fabrizio De André dopo il rapimento avvenuto in Sardegna. Iniziò a collaborare con la Rai nel 1979, e con la sua società di produzione Ballandi Multimedia si specializzò negli anni Novanta nella produzione dei varietà di comici e cantanti, soprattutto quelli del sabato sera, diventando il più importante produttore italiano di intrattenimento. Ballandi era stato tra i fondatori della mitica discoteca di Rimini Bandiera Gialla, tra le più celebri d’italia negli anni Ottanta. Poi diventò produttore televisivo e con la sua società Ballandi Multimedia, iniziò una collaborazione con la Rai per poi proseguirla con gli altri editori televisivi italiani. (Continua dopo la foto)







Ne ha fatte tante, come confermano gli archivi dello spettacolo. Ha prodotto numerose trasmissioni televisive di successo dagli anni Ottanta, Novanta e Duemila, in particolare gli “One-man show” di Fiorello, Adriano Celentano, Gianni Morandi, Giorgio Panariello e Massimo Ranieri, i varietà del sabato sera: “Ballando con Le Stelle”, “Ti Lascio una Canzone” e gli eventi televisivi di intrattenimento musicale e non. n«Questa sera #il rosario della sera su radiodeejay non andrà in onda. Neanche domani. Bibi Ballandi è volato in cielo. Profondo dolore»: è il tweet di Rosario Fiorello che al produttore bolognese deve il suo passaggio in Rai e la sua rinascita artistica dai tempi di Stasera pago io. (Continua dopo le foto)





 

E dai social arrivano le parole di dolore di Antonella Clerici. “Ciao Bibi. Non dimenticherò il tuo buonumore, la tua emilianità, i tuoi saggi proverbi e parole e i nostri successi con i bambini di ‘Ti lascio una canzonè, tanti anni insieme. So che mi guarderai da lassù mangiando un piatto di tortellini della Lella”. Fondatore della Ballandi Multimedia nel 1983. Dal 2012 apre la divisione Ballandi Arts dedicata alla documentaristica culturale televisiva. Tra le produzioni culturali originali ha realizzato per Sky Arte Hd “Contact”, su 10 fotografie iconiche ed i loro autori, “Capolavori Svelati” con Greta Scacchi diretta da Piero Messina, le tre serie di “Sette Meraviglie” sui siti Unesco dell’Italia, le quattro serie di “Grandi Mostre”, “Domus Aurea”, “Bernini vs. Borromini”, le serie “Signorie” e “Potere e Bellezza” per Rai Storia. Nel 2016 produce tre serie per il nuovo Sky Arts production hub paneuropeo, realizzando interamente in Italia programmi televisivi per l’intero network delle Sky Arts di tutto il Vecchio continente.

Ecco le sue mogli. La prima (sconosciuta), poi Dori Ghezzi (ancora bellissima). E come vive oggi senza il suo Fabrizio De André

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it

Keeping sharing simple...