Sembrava incinta di 10 figli, ma i medici scoprono una cosa terribile…


 

La cura del corpo è importante per ogni donna e anche la linea è un tema sempre scottante. Una giovane donna messicana di 24 anni, che ha voluto restare anonima, stava seguendo una dieta dimagrante e sebbene potesse notare i risultati su viso, braccia e gambe, non si poteva dire lo stesso del suo punto vita, che continuava a crescere. Inizialmente ha pensato che fosse normale e che quella ciccia sull’addome fosso solo più dura da mandare via. Poi, quando ha visto che la pancia continuava a crescere a dismisura ha pensato di essere incinta. Ma dopo qualche tempo ha capito che non era in dolce attesa. E la situazione continuava a peggiorare al punto che il grande accumulo di peso le impediva di camminare e tra l’altro meno mangiava e più si gonfiava. La donna vive in campagna, in una zona in cui non ci sono né medici, né ospedali e quindi non si era fatta visitare, ma le sue condizioni erano peggiorate al tal punto che ha deciso di andare a Città del Messico per un consulto specialistico. (Continua a leggere dopo la foto)








Il viaggio per raggiungere l’ospedale era durato un giorno e finalmente ha incontrato il dottor Erik Hanson Viana: “Quando l’ho incontrata, riusciva a fare appena due passi prima di iniziare ad agitarsi, dicendo che non riusciva a respirare”. Finalmente, dopo le analisi si è scoperto la terribile cosa che aveva: un’escrescenza delle ovaie si era sviluppata nella parte inferiore dell’addome e le dimensioni erano pazzesche. Secondo i risultati delle radiografie, la massa poteva compromettere gli organi vicini da un momento all’altro e inoltre la donna rischiava un attacco di cuore. La situazione era dunque gravissima e i medici non erano d’accordo sul da farsi. Le proposte sono due: rimuovere completamente la cisti, ma in quel caso avrà una cicatrice enorme. O drenarla prima e poi rimuoverla, una volta diventata più piccola. La donna ha deciso di imbarcarsi nella rimozione immediata della cisti. (Continua a leggere dopo le foto)








Un’operazione difficilissima: “Le pareti della cisti sono molto sottili – ha spiegato dottor Erik Hanson Viana – meno di un millimetro, bisogna quindi essere molto cauti nel rimuoverla, per non romperla”. Se un evento del genere si verificasse, le cellule tumorali entrerebbero in circolo nel corpo della donna. Una volta rimossa si è visto che la cisti aveva un diametro di 50 cm per un peso di 33 chilogrammi. “Se non fossimo intervenuti, a breve non avrebbe più potuto camminare e non si sarebbe neanche potuta più nutrire. Difficile anche dire quanto sarebbe ancora potuta sopravvivere”. Ora la donna si è completamente rimessa.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it

Keeping sharing simple...