Al Tg col crocifisso al collo in bella vista. È successo di nuovo a lei


Malgrado le polemiche sollevate negli scorsi anni a seguito della scelta di condurre il Tg1 con il rosario al collo, Marina Nalesso è tornata al centro della bufera. La giornalista, ora alla conduzione del Tg2, indossa nuovamente il crocifisso. “Questo per me è il più grande simbolo d’amore e segno d’amore che esista al mondo”, aveva dichiarato in passato, motivando la sua scelta.

Questa volta, è nell’edizione delle 13 del Tg2 che la giornalista si è mostrata con il suo rosario al collo. L’esposizione del simbolo religioso in televisione ha suscitato le reazioni della stampa (in particolare la dura condanna di Michele Serra su Repubblica) e il pubblico si è scatenato su Twitter con pareri contrastanti: Marina Nalesso è stata attaccata da alcuni, sostenitori della laicità della stato, e appoggiata da altri, d’accordo con la scelta di esprimere in libertà la propria fede. “Solidarietà a Marina”, è stato il commento di Giorgia Meloni, schieratasi in difesa dell’annunciatrice. (Continua a leggere dopo la foto)







Non si tratta di un primo episodio per Marina Nalesso. Le polemiche per la croce al collo della giornalista, infatti,  erano già scoppiate nel 2016 e, nuovamente, l’estate scorsa quando la Nalesso conduceva il Tg1. Nel giugno 2018, era stata lei stessa a rispondere alle critiche in prima persona, dicendosi del tutto serena e di non sentirsi intimorita dagli attacchi, spiegando la sua ferma volontà di mostrare liberamente la sua fede e si è detta, al contrario, felice del dibatto apertosi. (Continua a leggere dopo la foto)




“Sono felice – ha dichiarato – perché io, umilmente, sono stata semplicemente lo strumento e l’occasione per parlare di Lui. Questo per me è il più grande simbolo d’amore e segno d’amore che esista al mondo, il simbolo di colui che ha dato la sua vita per la nostra salvezza. Quando una persona dà la vita per salvare un’altra vita, noi giornalisti lo innalziamo come eroe e santo. Ma non capiamo che c’è stata una persona che ha dato la sua vita per la nostra salvezza. Sono felice perché in tutto il mondo si è parlato di nuovo di Gesù Cristo, del suo sacrificio, del senso che ha portare questo simbolo. Sono state molte le persone che mi hanno scritto dicendo che ho dato loro coraggio.” (Continua a leggere dopo la foto)


Una cosa è certa: la Nalesso, volto amatissimo dell’emittente Rai, ha sollevato, nuovamente, un dibattito su alcuni dei temi più caldi del momento.

Marina Nalesso, nata a Carpenedo (Venezia), laureata in Giurisprudenza, ha esordito in televisione in alcune trasmissioni per l’emittente locale Antenna 3 Veneto. Redattrice per il Tg1 e il Tg2, ha lavorato brevemente anche in un canale sperimentale del digitale terrestre.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it

Keeping sharing simple...