90enne ruba una tiramisù per fame, i poliziotti pagano il conto e gli fanno la spesa


Aveva fame e soldi non a sufficienza per potersi pagare il tiramisù, che tanto voleva assaporare. Così un 90enne ha provato a rubarlo, sperando di passare indisturbato, una volta varcata la porta dell’esercizio commerciale. Purtroppo, non è stato così. I vigilanti lo hanno infatti bloccato e hanno chiamato la polizia del commissariato Colombo. Appena hanno visto che sotto il maglione nascondeva il tanto agognato tiramisù.

Quando le forze dell’ordine sono arrivate, però, non hanno ritenuto di dover procedere al fermo del 90enne e portarlo in questura. Il 90enne, infatti, è risultato essere emotivamente molto fragile, e non c’era bisogno di applicare nel dettaglio la legge solo per un cucchiaino di tiramisù. Hanno così comprato il dolce al signore – che versa in condizioni di notevole difficoltà economica – e gli hanno fatto anche la spesa. Poi lo hanno accompagnato al treno, che ha atteso per tornare a casa. Continua dopo la foto








A volte gli anziani, soprattutto quando sono in là con l’età, sono vittime di persone che cercano di raggirarli e truffarli. E, se hanno qualche risparmio da parte, capita che questi gli vengano sottratti senza pietà. Una storia di povertà e disperazione che ricorda quella di Maria Rosa. La donna, 55enne siciliana di Nicolosi – paese in provincia di Catania – è stata colta sul fatto mentre rubava in un negozio: costretta a derubare qualcosa per fame. Continua dopo la foto






Così racconta ai microfoni di “Mattino Cinque”: “So benissimo che rubare è sbagliato e me ne sono vergognata, ma non arrivo in fondo al mese. Sono disoccupata, mi chiudono tutti le porte in faccia. Non sapevo più cosa fare”. Anzi la signora ammette: “Se dovessi averne ancora bisogna lo rifarei, ma ora confido nel reddito di cittadinanza. Per me sarebbe una grossa mano”. Continua dopo la foto



 


Ospite della trasmissione mattutina anche Antonio Maria Rinaldi, economista e professore, che si è commosso ascoltando la storia di Maria Rosa e non ci ha pensato due volte a proporle una soluzione temporanea: “La sua storia, signora, mi ha toccato molto e le chiedo di lasciarmi i suoi recapiti telefonici, perché tramite l’attività del blog Scenarieconomici -su cui Rinaldi scrive- ci impegneremo a farle fare la spesa come Dio comanda per un mese, ma a patto di farmi una promessa: andrà nel supermercato dove ha rubato, chiederà scusa e farà compere a testa alta”.

Ti potrebbe anche interessare: Fa sesso con animali, poi li filma e li uccide: arrestata una 28enne

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it

Keeping sharing simple...