“Oddio, non può essere davvero lei!”. La beccano così: ingrassata, sudata, ‘sfatta’. Si sarà lasciata andare perché ultimamente la vita non le sorride, è sempre stata una vera star… Cosa è successo il giorno in cui sono state scattate queste foto


Quante volte ci capita di vedere, a distanza di anni, vere sex symbol letteralmente ‘trasformarsi’ in antidive, almeno fisicamente. E, difatti, maledetti paparazzi: la beccano così, tutta sudata, non proprio vestita da red carpet, ma soprattutto notevolmente ingrassata rispetto a come la ricordavamo tutti. E infatti l’hanno immortalata all’uscita dalla palestra, segno che è ora di ritrovare la forma fisica di un tempo per la cantante americana che, suo malgrado, è finita nel tritacarne mediatico per una brutta faccenda col suo produttore anziché per i suoi meriti artistici. Sarà anche per questo motivo e per la conseguente battaglia legale che non vede la fine che la nostra ha accumulato parecchi chili di troppo. Le foto che mostrano in evidente sovrappeso sono state diffuse da vari tabloid e siti britannici e statunitensi. Inutile dire che hanno subito fatto il giro del web, innescando quel solito meccanismo per cui gli utenti iniziano a lasciare commenti di questo tenore: “Ma sul serio è lei?” e “Che cosa si è mangiata?”. E ancora, quelli più gentili scrivono: “Lo stress è una brutta bestia, speriamo che presto stia meglio”. (Continua a leggere dopo la foto)







Beh, riconoscerla è davvero difficile, anche perché oltre ai chili di troppo, è completamente struccata, coi capelli spettinati e, come detto, con abiti da palestra, è Kesha. Non sembra lei, vero? La popstar 30enne, che nel 2010 ha scalato le classifiche di tutto il mondo con la sua “Tik Tok”, non se la passa bene ultimamente. È alle prese con una battaglia legale contro il suo produttore da tre anni a questa parte. Era il 2014, infatti, quando la cantante aveva citato in giudizio Dr. Luke per abusi psicologici e violenze sessuali. L’obiettivo era anche quello di svincolarsi dal contratto che, dal 2005, la lega all’etichetta discografica Kemosabe Entertainment, di proprietà dello stesso produttore. A febbraio 2016, però, il giudice Shirley Kornreich della Corte Suprema di New York aveva respinto richiesta della cantante di recidere il contratto. Lo scorso gennaio, allora, Kesha ci ha riprovato. (Continua a leggere dopo le foto)





 

E non soltanto il giudice ha di nuovo respinto la richiesta della popstar, ma i legali di Dr. Luke hanno pure fatto notare che Kesha deve ancora corrispondere al produttore la bellezza di 1,3 milioni di dollari di royalties, ovvero i guadagni della vendita delle canzoni della cantante sulle quali Dr. Luke ha messo mano. Insomma, un altro duro colpo per Kesha, che non pubblica un nuovo album di inediti da ben cinque anni e che, proprio nel giorno della sentenza, è stata avvistata a Los Angeles, nei pressi di un centro pilates, con i leggings neri e la maxi t-shirt bianca. Irriconoscibile, praticamente.

“La malattia mi ha distrutta”. Il dramma di Victoria Cabello: “Anni di sofferenze”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it

Keeping sharing simple...