Medico fa a pezzi e cucina la compagna: cosa ha scoperto mentre facevano sesso


Un medico russo ha confessato di aver ucciso e smembrato una donna con la quale usciva quando ha scoperto che la donna si era sottoposta a un’operazione per il cambio di sesso. Il medico, Mikhail Tikhonov, 27 anni, ha persino cucinato alcune parti del corpo della donna: le ha cucinate nel forno. Poi, non contento, ha scaricato gli avanzi nella tazza del gabinetto. È quanto l’uomo stesso ha raccontato alla polizia. Una storia agghiacciante che fa venire la pelle d’oca.
L’uomo era uscito con Nina Surgutskaya, 25 anni, a Kursk. Poi entrambi erano tornati insieme a casa di lei. La situazione era diventata “calda” e i due si erano ritrovati a fare l’amore. Sarebbe stato in quel momento che l’uomo si sarebbe reso conto che Nina si era sottoposta a un cambio di sesso. Non ne sapeva nulla e ha perso il senno. Quel che ha fatto dopo è degno del peggiore dei film dell’orrore. Cosa è successo dopo che il medico ha scoperto che Nina aveva cambiato sesso? Continua a leggere dopo la foto







Immediatamente le ha messo le mani al collo e l’ha strozzata. Poi, per nascondere l’omicidio, ha fatto a pezzi il suo corpo. È quanto poi l’uomo ha raccontato agli agenti di polizia che lo hanno interrogato. Tikhonov è stato interrogato dopo che della donna erano state perse le tracce. È stata la madre di Nina a chiamare la polizia dal momento che la figlia era scomparsa da alcuni giorni. “Nina lo ha invitato in casa sua” hanno fatto sapere gli agenti. Continua a leggere dopo la foto




“Hanno continuato a bere alcol e a parlare finché non si sono spogliati per avere un rapporto. È stato in quel momento che il medico si è accorto che Nina, in precedenza, era stata un uomo”. Questo fatto gli avrebbe fatto perdere la ragione: “Lei avrebbe continuato a fare l’amore ma lui l’ha presa per il collo e ha stretto forte. L’ha lasciata solo quando ha capito che non c’era più alcun segno di vita in lei”. Atroce. A quel punto, per nascondere l’evidenza, avrebbe fatto a pezzi il corpo e di cucinarne una parte nel forno e di scaricare nel water ciò che restava. Continua a leggere dopo la foto


 

E con le parti del corpo della donna che aveva cucinato? L’uomo ha negato di averli mangiati. Ha invece raccontato di aver messo la testa della donna e i suoi arti in una valigia che poi avrebbe portato nel suo appartamento. Le costole, invece, le ha gettate nel secchio della spazzatura. L’uomo dovrà scontare 20 anni di prigione per omicidio e mutilazione di cadavere. Nina, formalmente un uomo, è stata registrata come donna dalle autorità russe.
“Natalia è morta”. Uno schianto, tra le vittime anche lei. “Era la più ricca”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it

Keeping sharing simple...