Franca, la brutta notizia: incinta, muore a 42 anni. Mancavano poche settimane


Una tragedia dolorosa e sconcertante è avvenuta nelle scorse ore. Franca Casonato, volontaria della Croce Rossa residente ad Azzano Decimo, è morta a soli 42 anni per un malore fatale che l’ha colpita nella giornata di martedì 26 marzo.
A rendere ancor più terribile questa notizia, come riporta “Il Gazzettino di Treviso”, è il fatto che Franca fosse incinta al sesto mese e non è stato possibile fare nulla per salvare la vita alla piccola bambina che sarebbe nata tra pochi mesi. Un doppio lutto che ha lasciato sotto choc sia il Comune di Azzano Decimo che la comunità di Motta di Livenza, paese d’origine del compagno di Franca Casonato, Roberto Furlanetto.

Martedì mattina, verso le ore 6, la 42enne volontaria della Croce Rossa si è accasciata a terra davanti agli occhi del compagno, colpita da un malore da cui non è più riuscita a riprendersi. Inutile la corsa disperata in ospedale e i numerosi tentativi di rianimarla da parte del personale medico. Continua dopo la foto







Nulla da fare anche per la bimba di sei mesi che Franca Casonato portava in grembo e che avrebbe voluto chiamare Anna. Mercoledì 27 marzo, alle ore 13, i medici hanno dichiarato la morte celebrale della paziente e della bimba che sarebbe dovuta nascere nei prossimi mesi. Conosciuta da tantissime persone come una donna solare e gentile, la scomparsa improvvisa di Franca Casonato ha lasciato un vuoto enorme in tutte le persone che avevano avuto la fortuna di conoscerla. Continua dopo la foto




Il compagno di Franca Casonato ha dato il consenso per l’espianto degli organi. I funerali saranno celebrati nei prossimi giorni. Una storia che colpisce quella di Franca Casonato come quella Kate McIver morta di cancro ad appena trent’anni lasciando il marito e una figlia di tre anni. Il tumore le era stato diagnosticato la prima volta nel 2016. Un cancro al seno al terzo stadio. Poi la ricaduta alla fine del 2018, che le è costata la vita. Continua dopo la foto


 


La vicenda si è svolta a Huyton, nel Regno Unito. Come riporta il Mirror, Kate McIver, questo il nome della giovane mamma morta, ha lasciato il marito Chris con il «cuore davvero spezzato» e la figlioletta Lucia. Dopo la prima diagnosi di cancro, Kate McIver aveva lottato come una leonessa contro la malattia. La chemioterapia però aveva lasciato la sua pelle secca e scura. Così, dando fondo alla sua esperienza nel campo dell’estetica del viso, Kate McIver aveva creato un siero per la pelle dei malati oncologici. Siero che ha avuto effetti positivi sulla sua pelle e che ha avuto un buon successo. Dopo la battaglia, Kate McIver è tornata a lavorare a Liverpool, aiutando i pazienti malati di cancro con il siero.

Ti potrebbe anche interessare: 16mila euro per stare a letto, dormire leggere e guardare film. 60 giorni di ‘lavoro’: l’offerta che ‘spacca’

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it

Keeping sharing simple...