“Che schifo!”. Ospite di Bonolis, Mickey Rourke lo ha fatto davvero in diretta tv


Dell’uomo che fece impazzire due generazioni di donne, è rimasto davvero poco. Ma Mickey Rourke continua a far parlare di sé. L’attore, lontano dalla telecamere delle pellicole hollywoodiane, è stato ospite di Paolo Bonolis, nella seconda puntata di Music e ne ha avute per tutti, mettendo anche in luce aspetti del suo carattere poco conosciuti. “Oggi gli attori sono mediocri, li puoi controllare e raggirare, scendono a compromessi per raggiungere il successo – racconta – io invece non mi sono mai piegato”. Quindi, mostrando anche la propria fragilità, si commuove parlando del proprio cane. “Bene, sarò franco…”. Poi lo sputo. Lì, davanti a tutti. Neanche fosse, da solo, nel giardino di casa sua. “Hollywood è costruita sull’invidia – spiega Mickey Rourke – e naturalmente se fai un film che ti porta 200 milioni di dollari, guadagni un sacco di soldi e allora diventi una star. Diventi una star perché fai un film campione di incassi. Ma oggi Burt Lancaster, Steve McQueen, Marlon Brando, Marcello Mastroianni cosa farebbero? Farebbero Star Wars?”. (Continua dopo la foto)

Ti potrebbe interessare: L’AMORE VINCE TUTTO. IL VIDEO VIRALE CHE SPOPOLA IN RETE…








Quindi la sentenza finale: “Non devi essere un buon attore per essere una star e non ha neanche bisogno di vincere l’Oscar, ma devi soltanto giocare secondo la politica…”. E ancora mentre stava raccontando di sé e di Hollywood (“un mondo basato sull’invidia”) quando ha come raccattato qualcosa in bocca per poi espellerlo sul pavimento dal lato opposto della bocca rispetto all’auricolare. E giù critiche. Niente di nuovo per la trasmissione che poco prima aveva ospitato Checco Zalone finito anche lui al centro delle polemiche. (Continua dopo le foto)








 

Il comico pugliese, tornato in televisione dopo due anni di assenza stavolta ha fatto arrabbiare proprio tutti. Niente risate. Niente applausi, ma un vento rabbioso che è montato su tutta la rete. Il motivo? Una frase di Checco che da molti è stata definita omofoba. È successo nel corso della seconda puntata di Music, il programma in onda su canale 5 diretto da Paolo Bonolis. Checco, che di fatto ha aperto il programma, si è lasciato scappare un “frocio”. In men che non si dica il popolo del web indignato è corso a lanciare stilettate contro l’attore: “Zalone e la sua meravigliosa comicità spicciola,siamo tornati al 1987 e non eravamo consapevoli ? A quando la rappresentazione visiva del “frocio” macchietta tipico di quegli anni ?” si è chiesto un utente, “ANCORA AD ATTRIBUIRE UN ORIENTAMENTO SESSUALE IN BASE AI VESTITI. BENVENUTI NEL MEDIOEVO. #MUSICMEDIASET” ha tuonato un altro. C’è da dire che per tanti che hanno criticato la battuta di Checco Zalone a Music, ci sono altri che invece lo hanno difeso spiegando il senso delle sue parole. “#MUSICMEDIASET evidentemente quelli che si stanno scandalizzando perché Checco Zalone ha detto “frocio” non lo conoscono – ha puntualizzato Miriana – Interpreta il tipico italiano ignorante e tende ad estremizzare tutto, fino a farla diventare un barzelletta. Questa è la comicità di Checco”.

“Nostro figlio Carlos gravemente malato”. È Nina Moric, ex di Corona, a rivelare tutto

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it

Keeping sharing simple...